Home / News giuridiche / Marketing Legale / 10 consigli agli avvocati per il loro profilo LinkedIn

10 consigli agli avvocati per il loro profilo LinkedIn

LinkedIn è un potente strumento di social networking per gli avvocati. Secondo l’American Bar Association, l’80% degli studi legali Usa ha una presenza su LinkedIn perché rappresenta una fonte informativa per clienti e colleghi. Il profilo LinkedIn va quindi curato investendo tempo ed energie. Per svolgere al meglio questo compito tornano utili i consigli riportati di seguito per posizionare il brand del proprio studio, aumentarne la visibilità e allargare la propria notorietà.

1. Usate foto aggiornate e scattate in modo professionale
La foto utilizzata per il profilo di LinkedIn e l’immagine di sfondo contribuiscono all’immagine che potenziali clienti e colleghi si faranno di voi. Non vi è alcun dubbio che le due immagini concorrano alla prima impressione online. La foto dovrebbe mostrarvi con un abbigliamento professionale, uno sfondo semplice e in atteggiamento amichevole. È preferibile che l’immagine di sfondo sia semplice.

2. Scrivete un titolo convincente
Il titolo del profilo è la seconda cosa che le persone vedono dopo la foto. L’obiettivo del titolo è di invogliare qualcuno a cliccare sul vostro nome per saperne di più.

3. Elencate solo le esperienze pertinenti alla vostra pratica corrente
Se avete cambiato il focus sulle attività svolte limitatevi a riportare i fatti salienti dell’esperienza maturata, quelli che rappresentano i fattori che rafforzano e riflettono l’attuale pratica ed esperienza. Assicuratevi che tutto ciò che appare nella vostra storia professionale sia in linea con i vostri obiettivi attuali.

4. Investite tempo nello scrivere il vostro profilo
Un profilo scritto in modo corretto farà di voi un professionista degno di fiducia. Nel profilo indicate anche i risultati ottenuti, assieme ai valori che vi guidano e le passioni che vi distinguono come avvocati. Il testo deve essere chiaro e conciso perché chi usa un desktop o uno smartphone potrà leggere solo i primi 200 caratteri senza fare click su “See more” o “Continue”. Date una priorità alle informazioni che fornite, con precedenza a quelle più significative.

5. Scrivete descrizioni concise ma ricche di significato per la vostra esperienza professionale
Evitate parole e paragrafi troppo lunghi per rendere la lettura più facile. Consiglio anche di indicare la durata delle singole fasi che vi hanno portato ad acquisire le attuali capacità ed esperienza. Includete anche collegamenti con pagine del vostro sito web.

6. Fate attenzione a presentarvi come specialisti
Manca ancora un protocollo che definisca in modo chiaro regole o percorsi formativi per definirsi specialisti in un’area del diritto.

7. Importate contatti professionali dalla vostra lista di email
Questo è un modo facile e veloce per trovare le connessioni che già avete. Una volta ottenuto il consenso, LinkedIn cercherà nella vostra lista di email gli indirizzi associati agli account su LinkedIn. Avrete così la possibilità di importare ogni contatto. Assicuratevi di evitare l’aggiunta di contatti con i clienti, per garantire la professionalità.

8. Partecipate a gruppi e associazioni di avvocati
I gruppi di LinkedIn offrono grandi opportunità di networking. Possono anche fornire fonti per la conoscenza tra colleghi e possono tenervi aggiornati sulle tendenze in corso di vostro interesse. Poiché i gruppi sono comunità specializzate, cercate di dare quanto ottenete. È un invito a un rapporto paritario. Otterrete di più dall’interazione con gli altri componenti del gruppo, indipendentemente dall’argomento della discussione.

9. Pubblicate articoli o post del vostro blog sul profilo LinkedIn.
La pubblicazione di articoli o post di blog sul vostro profilo LinkedIn porta numerosi vantaggi. Gli articoli pubblicati sul vostro profilo, rafforzano il vostro account, fanno risaltare la vostra esperienza e mostrano un focus professionale. I post pubblicati su LinkedIn possono essere facilmente condivisi dalle vostre connessioni. Questo può aiutarvi ad attirare l’attenzione dei potenziali clienti o opportunità professionali come gli inviti ad essere relatori a convegni o tavole rotonde.

10. Installate l’app LinkedIn sul vostro smartphone.
Con l’app LinkedIn, potete rispondere a InMail (la versione e-mail di LinkedIn) e ai commenti in modo tempestivo, anche quando siete fuori ufficio o in viaggio. Non saprete mai che tipo di relazione potrà nascere da una conversazione in LinkedIn.

Circa Vladimiro Barocco

Vladimiro Barocco

Vladimiro Barocco, CMC (Certified Management Consultant, socio APCO n.ro 1994/2088), partner di Studio Centro Marketing. È anche autore di Marketing per l’avvocato e lo studio legale, ed. Franco Angeli. Può essere contattato a info@vladimirobarocco.it e seguito su twitter. www.vladimirobarocco.it

Leggi Anche

Un posto al sole: la Rai e l’epopea dei diritti d’autore

«La sincronizzazione – ovvero la manipolazione a uso riproduttivo di opere musicali – non deve …

Lascia un commento