Home / News giuridiche / Bonus verde: come funziona la nuova detrazione al 36%?

Bonus verde: come funziona la nuova detrazione al 36%?

Il bonus verde è una delle tante novità presenti nella manovra 2018. La detrazione, per ora valevole solo per il 2018, riguarderà il 36% dell’Irpef delle spese sostenute per «sistemazione a verde» delle aree scoperte private di edifici esistenti, singole unità immobiliari, pertinenze e recinzioni. Non si parla solo della ristrutturazione di balconi, cortili e giardini, ma anche di tutta la filiera di interventi connessa: progettazione, manutenzione, acquisti di piante, impianti di irrigazione, pozzi, strutture di copertura e giardini pensili.

La spesa, il cui limite è di 5 mila euro, andrà agganciata alla singola unità immobiliare. Nel caso di interventi nelle parti comuni  di un condominio, quindi, la cifra dovrà essere rapportata al numero di unità. In questo caso la detrazione andrà poi divisa tra i condòmini in base alla quota imputabile.
Da chiarire il fatto se le spese per la parte comune possono essere cumulate con quelle dedicate alla proprietà esclusiva, così da poter usufruire di bonus aggiuntivi.

Alcune caratteristiche riguardanti il bonus verde:

  1. spetterà ai contribuenti che possiedono o detengono l’immobile, compresi inquilini o comodatari;
  2. i pagamenti dovranno consentire la tracciabilità dei pagamenti;
  3. lo sconto verrà spalmato su 10 mensilità;
  4. per le unità residenziali adibite all’esercizio di una professione, la detrazione spetta nella misura del 50 per cento;
  5. in caso di vendita dell’immobile, la detrazione verrà trasferita.

Domanda: cosa succederà per gli interventi rientranti nel più conveniente bonus edilizio del 50%? Staremo a vedere.

 

Fonte: IlSole24Ore

Circa Staff

Staff

Redazione

Leggi Anche

RC Auto: i benefici delle classi di merito si applicheranno anche sulle unioni civili

Una buona notizia per le unioni civili e le convivenze di fatto. Anche per queste …

Lascia un commento