Home / News giuridiche / Marketing Legale / Le 4 buone ragioni (+1) per cui un avvocato dovrebbe affidarsi alle piattaforme web legali

Le 4 buone ragioni (+1) per cui un avvocato dovrebbe affidarsi alle piattaforme web legali

Per un avvocato che vuol essere al passo con i tempi sarà fondamentale affidarsi alle piattaforme web legali. Un buon utilizzo della Rete aumenterà infatti la credibilità del professionista.  È dunque necessario che emergano dati essenziali come la professionalità, “la bontà dell’attività” e i settori in cui si opera.

Affidamento alle piattaforme web legali e ai professionisti del settore
Sono troppi i professionisti della Rete che offrono pacchetti pre-confezionati in settori specifici a loro sconosciuti. Molti non pensano ai propri clienti come a delle persone, ma solo come un target, come a dei numeri. Perdendo di vista l’aspetto umano, ovviamente risulterà più facile assemblare pacchetti pre-confezionati convinti che vadano bene per tutti. In realtà non è così. Il vostro pubblico è composto da molti soggetti differenti tra loro, dove il medesimo problema non può essere risolto allo stesso modo per due soggetti diversi, poiché bisognerà analizzare il caso e le circostanze. Quindi molti professionisti legali si troveranno a competere con persone che offriranno pacchetti standardizzati a poco prezzo, senza valutare la qualità del sevizio.

L’unica arma di difesa per il professionista è affidarsi alla giusta piattaforma web legale.

Le piattaforme web legali, quelle serie almeno, si occupano della gestione tecnico-strategica ed economica per arrivare a generare il “traffico utile”, dunque clienti, che necessitano gli avvocati.
Pertanto, l’avvocato dovrà valutare attentamente gli aspetti realizzativi dei servizi web offerti, o meglio come la piattaforma web legale agirà per trovare i clienti adatti senza far perdere inutilmente tempo all’avvocato in questione. Giustamente, se un professionista paga il servizio, deve avere dei risultati concreti in merito.
Soltanto analizzando questi aspetti, l’avvocato sarà in grado di capire la serietà della piattaforma web legale e la concretezza del progetto presentato, in modo da non trovarsi dinanzi ad agenzie improvvisate, che non soddisferanno alcuna esigenza del professionista. Una corretta valutazione eviterà naturalmente investimenti particolarmente onerosi e sbagliati.
Di seguito le 4 buone ragioni (+1) per cui qualsiasi avvocato, per emergere nella Rete, dovrebbe affidarsi a piattaforme web legali e ai professionisti del settore.

1. Risparmio del tempo per trovare clienti
Sempre più persone utilizzato il Web per i più svariati motivi, dal cercare un bravo gommista al ristorante giusto per un’occasione speciale, ma anche per trovare l’avvocato adatto per una necessità. Le piattaforme web legali, da questo punto di vista, sono utili e aiutano nella ricerca facendo risparmiare tempo prezioso.
Per esempio, permettendo al cliente di compilare una scheda di richiesta in cui racconta il motivo per cui gli serve un legale, di telefonare o lasciare il numero di telefono per essere ricontattato, o di aprire una finestra di chat live grazie alla quale potrà avere informazioni sul caso specifico in tempo reale.
Solo in un secondo momento, quando verrà appurato che il caso legale sussiste, l’avvocato verrà contattato, altrimenti, se il caso legale non dovesse sussistere, non gli si farà perdere tempo.

2. Qualità del servizio
La qualità del servizio offerto, sta nel filtrare i casi che arrivano ogni giorno su una piattaforma web legale. Per essere valida nel suo servizio, bisognerà che un team di esperti si occupi, per l’appunto, di capire se la persona ha davvero bisogno di un legale oppure è alla ricerca di una consulenza gratuita.
Quindi, deve esistere una fase preliminare dove si cercano di capire i reali bisogni dei clienti e se sussistano problemi giuridicamente rilevanti. Se la problematica dovesse risultare reale, la piattaforma web legale dovrà esporre, attraverso un quadro completo, il caso a un avvocato in modo da dare la possibilità a questo ultimo di scegliere se proporsi o meno per l’incarico. Ovviamente, l’avvocato, per usufruire di questi servizi, dovrà prima iscriversi.

3. Rapidità del servizio
Grazie alle piattaforme web legali, l’avvocato dovrà solo scegliere fra i diversi casi selezionati appositamente per la sua specializzazione. Il valore aggiunto, sta proprio nell’immediatezza e nella rapidità del servizio con cui vengono filtrati i casi, in modo da contattare tempestivamente l’avvocato adeguato e facendo in modo che possa prendere, il prima possibile, contatto con il cliente che ha un problema legale.

4. Gestione della presenza online
Per un legale la gestione della propria presenza in Rete è fondamentale. È sempre necessario, se si vuole che i clienti vi trovino, avere una presenza online attiva. Sito internet sempre aggiornato e presenza quotidiana sui social scelti.
Per implementare la vostra presenza online, affidandovi a una piattaforma web legale, riuscirete a raggiungere più clienti. Ad oggi, è davvero difficile emergere in Rete solo con le proprie forze a causa della moltissima concorrenza. Aver bisogno di un avvocato specializzato è ormai diventata una regola nella vita di tutti i giorni.
Gestire al meglio la presenza online è la base per essere visibili, poiché, per qualsiasi cosa, oggi ci si rivolge al Web. Le piattaforme web legali potrebbero essere definite come un acceleratore di passaparola, poiché danno la possibilità di rivolgersi a molti clienti e di far girare il proprio nome.

5. Gestione dell’immagine e della reputazione online
L’ultimo punto (+1), è l’importanza della gestione dell’immagine e della reputazione online di un professionista.
È molto difficile crearsi una buona reputazione online e le piattaforme web legali possono aiutarvi in questo, ma anche il professionista legale deve metterci del suo.
Uno degli aspetti principali per gestire l’immagine sul Web è essere trasparenti e non omettere mai nulla. Tanto prima o poi si viene sempre scoperti.
Saper reagire bene alle critiche e ai commenti negativi è fondamentale per ogni professionista che si rispetti.
Sarà importante stabilire un canale di comunicazione per parlare liberamente dei servizi offerti e per confrontarsi direttamente con la clientela. Chiedere per esempio un feedback al cliente sarà importante per creare quel meccanismo di fiducia tra di voi.
Non essere indifferenti alle critiche, sapersi migliorare ogni giorno e rispondere pubblicamente sono esempi di trasparenza assoluta.
Essere in grado di rispondere a commenti negativi e critiche significa evitare che una esperienza spiacevole diventi molto più grande e grave di quello che è in realtà, ma permette anche di raccogliere preziose informazioni sull’andamento della vostra attività e alla lunga vi può insegnare come modificare la situazione a vostro vantaggio.
L’inattività da parte dell’avvocato fa si che i più pensino che si stia ignorando la questione. Non rispondere a commenti negativi e critiche non fa altro che fomentare più rabbia e incrementare la possibilità che l’utente torni a postare sulla bacheca un messaggio ancora più duro.

 

Valerio Andalò

Fonti
https://www.alground.com/site/gestire-immagine-aziendale-web/49125/
https://www.alground.com/site/rispondere-commenti-negativi-critiche-facebook/49044/

 

Circa Staff

Staff

Redazione

Leggi Anche

Diffamazione e social network: nuovi casi, nuove riflessioni

L’evoluzione della giurisprudenza, per quanto riguarda i social network, è in fase di fermento. I …

Lascia un commento