Home / Diritto di famiglia / L’ex non restituisce i beni al marito: è appropriazione indebita

L’ex non restituisce i beni al marito: è appropriazione indebita

Corte di Cassazione, sentenza n. 52598/2018, sezione II Penale

 

Il reato di appropriazione indebita può scattare anche nel caso in cui si decida di liberarsi degli oggetti dell’ex coniuge senza il suo consenso. È quanto ha deciso la Corte di Cassazione, condannando una donna che aveva impedito all’ex di riavere i suoi beni sostenendo che la cantina che li conteneva fosse stata svuotata. A nulla è valsa la difesa di lei, fondata sull’importante lasso di tempo trascorso (si parla di 2 anni) dalla separazione alla richiesta di riscatto fatta valere grazie all’autorizzazione espressa dal giudice all’interno del provvedimento di separazione. A quanto pare, da quanto sostengono i giudici di Cassazione, 2 anni non rappresentano un lasso di tempo che può inficiare la contestazione del reato.
Nei confronti di lei, quindi, è scattata la condanna penale, anche se poi la le è stata concessa la sospensione condizionale della pena.

 

Leggi la sentenza integrale

 

Leggi altre sentenze in tema ‘divorzio’ su

Circa Staff

Staff

Redazione

Leggi Anche

Cassa integrazione come ritorsione – Tribunale di Milano, sentenza n. 2235/2018, giudice Saioni

Leggi il commento a sentenza REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE …

Lascia un commento