Home / Diritto amministrativo e sanzioni / Nuovo limite di velocità in autostrada?

Nuovo limite di velocità in autostrada?

Cosa ne pensi della proposta della Lega di alzare il limite di velocità in autostrada da 130 a 150 km/h?
L’On. Alessandro Morelli, Presidente della commissione Trasporti della Camera, il 9 novembre scorso, dalle pagine del Corriere della Sera, ha dichiarato l’intenzione di volere alzare il limite di velocità in autostrada da 130 a 150 km/h.
In verità già l’art.142 del Codice della Strada prevede tale possibilità per le autostrade che siano:

  • a tre corsie più corsia di emergenza per ogni senso di marcia;
  • e munite di tutor per il controllo della velocità media.

Ma allora, come mai a oggi su nessuna autostrada italiana si legge l’apposito segnale stradale che eleva il limite di velocità? Perché la stessa norma di legge rimette la decisione ai proprietari/concessionari delle autostrade previa valutazione:

  1. delle caratteristiche progettuali ed effettive del tracciato;
  2. dell’intensità del traffico;
  3. delle condizioni atmosferiche prevalenti;
  4. dei dati di incidentalità dell’ultimo quinquennio.

Inoltre per giurisprudenza costante il proprietario/concessionario dell’autostrada, pure in presenza delle precondizioni sopra esposte, non è comunque obbligato a elevare il limite di velocità. La decisione è infatti rimessa al suo prudente apprezzamento, essendo in gioco la «salvaguardia di beni primari, quali quelli della salute, dell’integrità fisica degli utenti e della sicurezza pubblica della circolazione e della vita umana».
Così Cassazione Civile, Sezione II, Ordinanza 4/10/18 n.24248, e Cassazione Civile, Sezione VI, Ordinanza 7/11/17 n. 26393, su casi di automobilisti che multati per eccesso di velocità, lamentavano che sui tratti stradali dove erano stati colti in fallo vi erano le caratteristiche per l’elevazione del limite di velocità, cui la società autostrade non aveva provveduto.
Pertanto la proposta dell’Onorevole Morelli, se mai vorrà essere declinata in concretezza, dovrà prevedere che l’innalzamento del limite di velocità prescinda da ogni valutazione discrezionale dell’ente proprietario/concessionario delle autostrade.

Porto San Giorgio, li 12/11/18.

Avv. Andrea Agostini


Via Giotto n.44, Porto San Giorgio (FM)
Tel: 0734 671554

Circa Staff

Staff

Redazione

Leggi Anche

Cassa integrazione come ritorsione – Tribunale di Milano, sentenza n. 2235/2018, giudice Saioni

Leggi il commento a sentenza REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE …

Lascia un commento