Home / News giuridiche / Marketing Legale / Quora: cos’è e come si potrebbe utilizzare a proprio vantaggio

Quora: cos’è e come si potrebbe utilizzare a proprio vantaggio

Di social ne è pieno il Web. Inutile usarli tutti indistintamente o tirare una moneta per scegliere quale usare. La scelta deve essere ponderata alle proprie aspettative, ai propri obiettivi. Ogni social costituisce un luogo a parte, dove le regole del gioco, parlando prettamente di un uso professionale, sono tutte distinte. A volte la scelta ricade sui social “tradizionali”, più conosciuti. Altre volte, proprio per uscire dagli schemi e interfacciarsi in modo diverso con gli utenti, è bene varcare delle nuove frontiere.

La nascita di Quora

Attivo dal 2010 in America, ma solo dal 2012 nella versione italiana, Quora si potrebbe definire una rete sociale dedicata all’informazione, dove si incontrano esperti di un determinato settore che si impegnano a rispondere a domande più o meno specifiche. Anche se sono già passati 6 anni dal suo esordio in Italia, Quora rimane uno dei social meno conosciuti e meno usati dai professionisti che ignorano le potenzialità racchiuse nello stesso.
Quora, difatti, è il social ideale per fare personal branding, dove un professionista può promuovere se stesso nel mondo online. Il fulcro di questo social è il flusso di informazioni che lo circonda, oltre a essere il luogo ideale per aumentare la propria autorità in un determinato settore rispondendo ai quesiti dei propri potenziali clienti, dato che gli argomenti trattati sono i più svariati.

Chi sono, dunque, i protagonisti di Quora?
Se da un lato ci sono gli esperti, ovvero coloro che dispensano informazioni relative al loro campo di conoscenza, dall’altro vi sono i desiderosi di sapere, coloro che pongono dei quesiti per soddisfare la propria curiosità o trovare una soluzione al proprio problema.
Tra questi ultimi si celano i potenziali clienti.

Dunque, come un avvocato o un professionista del settore può utilizzare Quora a proprio vantaggio?
Essendo, come detto pocanzi, un social dedicato all’informazione, gli utenti scrivono domande perché si aspettano delucidazioni da esperti del settore, evitando di vagare su Internet alla ricerca delle risposte desiderate senza saperne il reale valore. Il vantaggio racchiuso in Quora sta nell’autorevolezza che una persona acquisisce rispondendo alle domande.

Come si misura questa autorevolezza? Com’è possibile capire se la risposta data corrisponde al vero?
In Quora, le risposte non vengono solo sottoposte al giudizio dell’autore della domanda, ma anche da chi entra in contatto con il post, dando un voto positivo o un voto negativo. Questo aiuterà tutti gli utenti a comprendere il valore della risposta stessa.
L’autorevolezza su Quora poi, è direttamente proporzionale alle risposte date – più partecipi in modo attivo e migliore sarà l’opinione che le persone si faranno di te – e ai voti positivi dati per ogni risposta fornita. Dunque, se una risposta riceve molteplici giudizi postivi, i lettori saranno condizionati positivamente da questo fattore, avendo così una visione comprovata del professionista che ha risposto al dilemma di un utente aumentando l’autorevolezza del professionista stesso.

Come iscriversi a Quora

Esistono tre modi per registrarsi su Quora:

  • tramite Google +
  • tramite Facebook
  • tramite Email.

Se sceglierai di entrare con uno dei due social verranno utilizzate le credenziali che usi per lo stesso mentre, se opterai per l’email, dovrai procedere alla registrazione indicando nome, cognome, email e password.
Una volta registrato, Quora non accetta nickname ma solo nomi reali. Dovrai inoltre compilare delle informazioni su di te e scegliere gli argomenti di tuo interesse e le tue competenze, fondamentali per far comprendere al social i tuoi campi di esperienza.

L’interfaccia di Quora è pulita e molto intuitiva. Nella Home è possibile visualizzare tutte le richieste degli utenti in cerca di risposte, selezionate in base alle competenze che hai indicato. Tu stesso, poi, puoi fare una domanda. È possibile anche cercare un determinato argomento di interesse grazie alla barra di ricerca, anche se sarà Quora stesso a selezionare le domande giuste per te in base agli argomenti scelti.

È possibile inoltre salvare le domande a cui si vuole rispondere più tardi. È bene dare il giusto peso alla risposta prima di divulgarla agli internauti. Per rispondere o vedere quali domande Quoraha selezionato per te, basterà spostarsi dal tasto Home al tasto Rispondi. Il tasto Notifiche ti avviserà quando ci saranno le domande giuste selezionate appositamente per te.

Tutto in questo luogo è pensato per agevolare il flusso di informazioni, per questo l’interfaccia pensata è logica ed essenziale.

Tre piccoli consigli per utilizzare Quora al meglio

Per utilizzare questo prezioso social in modo ottimale, bisognerebbe:

  • scegliere con cura gli argomenti;
  • selezionare pochi argomenti;
  • non essere un tuttologo.

L’onestà sta alla base di tutto. Meglio rispondere a domande su uno specifico settore piuttosto che spacciarsi per quelli che non si è, dispensando consigli su terreni poco conosciuti e rischiando di rovinare così la propria reputazione. Molto meglio selezionare degli argomenti dove si è più esperti, in modo da acquistare la giusta autorevolezza senza rischiare di infangarla. Purtroppo, o per fortuna, nel mondo online le informazioni viaggiano veloci e, anche solo un errore commesso, potrebbe non giovare all’immagine che le persone si faranno di te.

Sei desideroso di trovare nuovi clienti per il tuo studio legale? Iscriviti a Quora e inizia a fornire informazioni utili per acquisire l’autorevolezza necessaria ed entrare in contatto con i nuovi potenziali clienti.

Arianna Ivana Patelli, AvvocatoFlash

 

Fonti
https://it.semrush.com/blog/che-cos-e-quora-e-come-sfruttarlo/
https://wizblog.it/cose-quora-come-funziona

Circa Staff

Staff

Redazione

Leggi Anche

Corruzione e politica: quando un parlamentare è imputabile?

Corte di Cassazione: sentenza n. 40347 del 12/09/2018, Sezione VI Penale Materia – Reati contro la …

Lascia un commento