Home / News giuridiche / Sostanze stupefacenti e la valutazione del reato di produzione, traffico e detenzione

Sostanze stupefacenti e la valutazione del reato di produzione, traffico e detenzione

Corte di Cassazione: sentenza n. 51063 del 09/11/2018, Sezioni Unite Penale

Materia – Stupefacenti
Presidente – D. Carcano
Relatore – L. Pistorelli

In materia di sostanze stupefacenti, le Sezioni unite della Corte di Cassazione hanno affermato che la diversità di sostanze stupefacenti oggetto della condotta non è di per sé ostativa alla configurabilità del reato di cui all’art. 73, comma 5, d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309, in quanto è necessario procedere ad una valutazione complessiva degli elementi della fattispecie concreta selezionati in relazione a tutti gli indici sintomatici previsti dalla suddetta disposizione al fine di determinare la lieve entità del fatto, e che la detenzione nel medesimo contesto di sostanze stupefacenti tabellarmente eterogenee, qualificabile nel suo complesso come fatto di lieve entità, integra un unico reato e non una pluralità di reati in concorso tra loro.

 

Leggi il testo integrale della sentenza

Circa Staff

Staff

Redazione

Leggi Anche

Cassa integrazione come ritorsione – Tribunale di Milano, sentenza n. 2235/2018, giudice Saioni

Leggi il commento a sentenza REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE …

Lascia un commento